Ultima modifica: 25 maggio 2022

Donazione della rivista Archeologia Viva al Convitto Nazionale di Roma

Con un’ iniziativa che nello scorso settembre ha interessato alcuni Licei toscani, il Convitto ha accolto con vivo interesse la proposta di distribuire agli studenti di tutti gli indirizzi liceali le   copie di Archeologia Viva, edita dalla Giunti Editore.

Si tratta della prima rivista italiana di divulgazione archeologica fondata nel 1982 da Piero Pruneti.  La donazione, che promuove presso alcuni prestigiosi istituti superiori la diffusione culturale e scientifica della Storia, dell’Archeologia, della Storia dell’arte e di tutti gli ambiti disciplinari ad esse affini e complementari, ha l’obiettivo di dirigere gli studenti verso una ricerca attiva dei documenti e delle fonti storiche ed archeologiche.

Gli argomenti trattati spaziano dalla preistoria all’età moderna con un’attenzione particolare al mondo mediterraneo. Il fondatore, Piero Pruneti, riflettendo sull’iniziativa per l’anno 2022 ha affermato: “La Storia è un punto fermo della conoscenza individuale, da cui partire nell’apprendimento. Auspico che la lettura della nostra rivista possa fornire agli studenti uno spunto per l’approfondimento degli argomenti storici e culturali più in generale, di cui il nostro paese è ricchissimo”.

Un ringraziamento particolare va al dott. Nicola Gualerci, promotore dell’iniziativa che, negli incontri di promozione della donazione ha rivolto un appassionato pensiero agli studenti: «Stupitevi sempre di ciò che di bello vi circonda. Chi ha cultura forgia il suo futuro ed è partecipe nella costruzione di un mondo migliore. In questo vostro percorso formativo ritengo che anche la conoscenza della storia sia cruciale. Auspico che i vostri docenti sappiano suscitare in voi, anche in questo particolare periodo, la voglia di ampliare i vostri orizzonti culturali. In questa ottica e con questi auspici, si pone il dono di una rivista scientifica settoriale di ottima fattura come Archeologia Viva».