Ultima modifica: 6 settembre 2020

Lettera aperta di un genitore a tutti i genitori

Gentili Genitori e Rappresentanti

Ieri 4 settembre 2020, in qualità di Rappresentante della Classe ex-III B (attualmente IV) del Liceo Internazionale Cinese, insieme agli altri e alle altre Rappresentanti, ho partecipato all’incontro con il Rettore relativo al rientro a scuola. Immagino avrete già ricevuto un feedback e altre indicazioni le avremo tutti presto tramite le annunciate Circolari.

Una cosa era evidente durante tutto l’incontro: l’intenso sforzo, preciso e minuzioso che il Rettore, i Docenti e tutto il personale scolastico stanno portando avanti da tempo per consentire un rientro in sicurezza ai nostri figli e alle nostre figlie adottando alla lettera le indicazioni tecniche e adattandole alle caratteristiche del Convitto.

Nel corso dell’incontro ho fatto un’esortazione agli altri e alle altre Rappresentati: aiutiamo a non vanificare questi sforzi e come componente famiglie diamo il nostro contributo alla comunità scolastica. Questo è importante per evitare che la scuola inizi per poi procedere a “singhiozzo”, per contrastare la diffusione del virus e per tutelare la salute di tutti noi, componenti diretti e indiretti della “nostra” comunità scolastica.

A tal fine, proprio come hanno fatto i Docenti e il personale scolastico, credo che sarebbe utile e opportuno se tutti gli alunni e le alunne, gli studenti e le studentesse della, ripeto, “nostra” comunità scolastica si sottoponessero a esame sierologico e/o tampone (ma su quale tipo di esame effettuare ci potrebbero consigliare gli esperti) subito a ridosso dell’apertura in modo che già dal 14 settembre si possa contribuire a contenere il rischio che il virus entri a scuola.

Ovviamente questa/e azioni dovranno essere non occasionali ma rientrare in un percorso di sorveglianza che potremmo attivare spontaneamente e volontariamente, concordandolo e coordinandoci con la scuola, al fine di implementare tutte le azioni già previste e messe in atto.

Sempre nella riunione di ieri ho espresso l’idea che sarebbe quanto mai opportuno che tutti i membri della comunità scolastica dotati di smartphone scaricassero e attivassero l’App IMMUNI che potrebbe consentire maggiore rapidità e precisione nel tracciare eventuali contatti.

In altre parole, tramite i e le Rappresentanti, vorrei esortare a non farsi trarre in inganno dalla “fine sociale” della pandemia – decretata da noti meccanismi di psicologia sociale che si basano anche sullo sfinimento per stress – perché la “fine sanitaria” ancora, purtroppo, non si è raggiunta e il solo rispetto dei regolamenti potrebbe essere meno efficace di un’azione combinata e capace di mettere in campo quanto suggerito da eccellenti modelli matematici apprezzati in modo unanime dalle comunità scientifiche internazionali.

Come comunità scolastica sarebbe importantissimo farci quanto prima parte attiva per contribuire al lavoro svolto dalla scuola e coprire in modo volontario due delle tre T del Prof. Vespignani: Testare e Tracciare. Con la speranza di ridurre in tal modo la necessità di ricorrere alla terza T: Trattare.

Abbiamo tempo, anche se il 14 settembre è alle porte, e se ci coordinassimo, si potrebbe trovare rapidamente una soluzione per consentire l’effettuazione dei test entro il 12 settembre.

Sentiamoci per coordinarci sperando di trovarvi tutti d’accordo.

Per chi non avesse i miei contatti potrà scrivermi al seguente indirizzo:

rappintecinconvitto@gmail.com

 

Cordialità

 

Emanuele Caroppo